Si prega di ruotare il dispositivo in verticale

Servizi

Obbligazioni e Contratti

Obbligazioni e Contratti

Lo Studio si occupa di obbligazioni, dunque, di vincoli giuridici che si creano tra due o più soggetti, creditore e debitore, in base ai quali il debitore s’impegna a compiere una determinata prestazione in favore del creditore secondo le regole dell’ordinamento giuridico.

Possono sorgere esemplificativamente dai contratti, da una volontà unilaterale, da un fatto illecito o da ogni altro fatto diverso dai precedenti, purché idoneo a produrle.

Possono anche sorgere, poiché previsto dalla legge, nei seguenti casi:

  • promessa al pubblico: colui che, rivolgendosi al pubblico, promette una prestazione a favore di chi si trova in una determinata situazione o compie una determinata azione, è infatti vincolato dalla promessa non appena questa è resa pubblica;
  • gestione di affari altrui: chi, senza esservi obbligato, assume consapevolmente la gestione di un affare altrui, è  tenuto a continuarla ed a condurla a termine, finché l’interessato non sia in grado di provvedervi da sé;
  • pagamento dell’indebito: chi ha eseguito un pagamento non dovuto ha diritto di farsi restituire ciò che ha pagato;
  • arricchimento senza giusta causa: chi, senza un giusto motivo (si dice anche: senza una giusta causa) si è arricchito a danno di un’altra persona, è tenuto, nei limiti dell’arricchimento, ad indennizzare quest’ultima della corrispondente diminuzione patrimoniale.
    Tale azione legale ha un carattere secondario (si dice anche sussidiario), nel senso che la si può usare solo quando non si può più ricorrere ad altre azioni legali (perché, ad esempio, è passato il tempo utile, previsto dalla legge, per poterlo fare).

Lo Studio, in particolare, si occupa della redazione di contratti tipici o atipici che costituiscono, regolano o estinguono rapporti giuridici patrimoniali, la cui funzione è quella di tutelare i diritti e gli interessi del Cliente nel rapporto con l’altro contraente.

Con il contratto:

  • si può trasferire la proprietà di una cosa determinata;
  • si possono costituire o trasferire i diritti reali (diritti sulla “cosa”);
  • si possono regolare altri diritti.

Il contratto deve contenere alcuni elementi essenziali:

  • l’accordo delle parti (o consenso);
  • la causa: la funzione economico-sociale del contratto;
  • l’oggetto: la prestazione che una parte ha l’obbligo di eseguire in favore dell’altra o il diritto che viene trasferito dal contratto che, in ogni caso, deve essere possibile (quando è un qualcosa che esiste o può venire ad esistenza), lecito (quando non è contrario a norme imperative, all’ordine pubblico ed al buon costume), determinato o determinabile (quando vengono determinate quantità e qualità);
  • la forma: il modo in cui si manifesta la volontà. Nel nostro ordinamento vige il principio della libertà della forma. Tuttavia, in alcuni casi, può essere richiesta una forma determinata, affinché il contratto sia valido (es. la forma scritta per i contratti immobiliari).

Di questo servizio se ne occupa: